Elementor: il miglior Page Builder di WordPress?

elementor wordpress
Se vuoi creare un sito web o un blog, un site builder è quello di cui hai bisogno. In questo articolo ti mostro come usare il migliore: Elementor

Se vuoi rinnovare il layout del tuo sito web o stai per crearne uno, allora sicuramente ti piacerà Elementor, un page builder indispensabile se vuoi avere un sito web performante e personalizzato ma non hai voglia di spendere migliaia di euro per uno sviluppatore.

Elementor è uno strumento semplicissimo da utilizzare e ti permette di creare il tuo blog o il tuo sito web con pochissimi click anche se non hai conoscenze di informatica o di programmazione.

Un esempio di sito web creato con Elementor? Proprio il mio, questo che stai leggendo. L’ho infatti creato in poche ore proprio con questo versatile plugin per WordPress.

⚠️ Se ancora non hai creato il tuo blog o se sei agli inizi del tuo percorso nel mondo del blogging, ti consiglio anche di scaricare anche la checklist per creare un blog e monetizzarlo in 7 giorni, in modo da essere sicuro di non saltare nessun passaggio.

Ma adesso basta con le premesse!

Andiamo a vedere insieme cosa è Elementor, tutte le sue funzionalità e come puoi utilizzarlo per creare un sito web performante, semplice da navigare ed esteticamente bello da vedere.

Vuoi lanciare un blog e monetizzarlo?

Leggi allora la mia guida su come creare un blog da zero e portarlo al successo

Cos’è Elementor

Elementor è un site builder, ossia un plugin di WordPress che viene installato e utilizzato per costruire fisicamente tutte le pagine di un sito web e tutte le sue sezioni interne.

È anche uno dei plugin più utilizzati al mondo dal momento che è installato su oltre 8 milioni di siti web. Anche questo blog che stai leggendo e tutto il mio sito web è stato creato proprio attraverso questo strumento.

E che sia davvero il miglior visual page builder di WordPress non lo dico solo io: pensa che nella directory ufficiale del plugin, la valutazione è di 4,7 stelle su quasi 6.000 recensioni.

recensione elementor
Esistono due versioni del plugin:

  • una gratuita, perfetta per iniziare e per capire come funziona Elementor
  • una a pagamento, con funzionalità più estese e che ha un prezzo comunque molto contenuto (a partire da 49$ l’anno, ossia circa 40€).

Per iniziare a utilizzare Elementor ti basta installare il plugin gratuito (che puoi scaricare da qua), installarlo su WordPress e il gioco è fatto.

Se vuoi estendere le funzionalità di questo strumento, allora ti consiglio di acquistare anche Elementor PRO, ossia la sua versione a pagamento.

Approfondiremo comunque entrambe le versioni più nel dettaglio nel corso di questo articolo.

A cosa serve Elementor

Elementor

Il funzionamento di WordPress è estremamente semplice e intuitivo. La stessa azienda mette inoltre a disposizione dei video tutorial che ti spiegano passo passo come creare pagine ed elementi, aggiungere effetti e così via.

Attraverso Elementor puoi creare il tuo blog o il tuo sito web da zero. Elementor è infatti un plugin che ti permette di selezionare tutti gli elementi che preferisci e farli apparire su una pagina semplicemente trascinandoli attraverso quella funzione che viene chiamata appunto drag-and-drop.

Ti basta infatti scegliere le pagine che vuoi creare, come ad esempio l’homepage, la pagina about, le pagine degli articoli o la pagina contatti, ma anche i singoli elementi come il menu di navigazione, il footer o i popup.

Qua sotto puoi vedere meglio come funziona il drag and drop di Elementor:

elementor drag and drop

E puoi personalizzare anche ogni dettaglio, dal font ai colori, alle immagini. L’unico limite è solo quello della tua fantasia!

>> Sei già convinto? Prova subito Elementor!

Perché utilizzare Elementor

Ma perché ho scelto proprio Elementor? Principalmente per la sua semplicità.

Sarò sincera: io amo scrivere, mi piace creare articoli e guide come questa che stai leggendo e ottimizzarli costantemente perché si posizionino nei primi risultati di ricerca. Amo profondamente questa parte del mio lavoro.

Ma non sono una sviluppatrice né tanto meno una web designer. Nonostante abbia creato moltissimi siti web, questa non è la mia specialità e non mi diverte nemmeno troppo farlo.

Ho quindi bisogno di qualcosa che mi permetta di creare in modo rapido e veloce un sito web altamente personalizzato, cosa che non puoi ottenere con un template acquistato ad esempio su ThemeForest, dove la personalizzazione è più limitata.

Ed è proprio se vuoi un sito personalizzato in ogni suo dettaglio ma sei ancora alle prime armi e non sai niente di HTML, CSS e via dicendo, allora Elementor è senza dubbio la scelta migliore che puoi fare.

Attraverso Elementor, inoltre, puoi non solo creare le pagine del tuo sito ma anche popup, contact form e ogni sorta di elemento grafico.

Questo ti evita quindi di dover installare un plugin per ogni elemento che vuoi inserire sul tuo sito, rendendolo di fatto più leggero e più veloce.

Per ricapitolare, quindi, quali sono i vantaggi di Elementor?

  • È semplice da utilizzare
  • È un plugin leggero e non appesantisce il sito
  • Hai la totale personalizzazione di tutto il sito web
  • Hai a disposizione centinaia di template che puoi utilizzare o modificare
  • Ha il salvataggio automatico (per alcuni sarà un niente ma per me è un must have!)
  • Ha la funzione drag and drop, ossia vedi subito quello che stai facendo perché ti basta trascinare gli elementi direttamente nella pagina
  • Tutti i contenuti sono ottimizzati per tutti i device (pc, tablet e cellulare)
  • Puoi creare il layout del tuo sito web, delle varie pagine, delle sezioni, del blog, dei popup e di un eventuale e-commerce, come ad esempio WooCommerce, tutto con lo stesso plugin.

Esempi di siti creati con Elementor

Adesso starai pensando:

ok, tutto molto bello! Ma in pratica, come appare un sito creato con Elementor?

E io ho pensato anche a questo 😉

Ecco allora una carrellata di siti web creati con Elementor che puoi sbirciare per capire le potenzialità di questo strumento e – perché no? – trarne anche un po’ di ispirazione.

Esempio #1: eleonorabaldelli.com

eleonorabaldelli.com

Ebbene sì, il mio sito web è stato creato interamente con Elementor.

Forse non è il sito graficamente più bello che esista, lo ammetto, ma rispecchia molto la mia personalità: minimal ed efficace!

Esempio #2: racheloffduty.com

Racheloffduty

Qua si inizia a fare sul serio. Rachel è una blogger nonché consulente di viaggi e che offre consigli sui posti in cui è stata. Le sue guide includono luoghi da visitare, luoghi in cui soggiornare, guide pratiche e consigli sulla vita e sulla carriera.

Un sito colorato, piacevole da leggere e davvero bello da vedere.

Esempio #3: mediacraft.com.br

mediacraft.com.br

Media Craft è un’azienda brasiliana di social management.

Il sito è di una sola pagina ma è estremamente moderno, amichevole e dinamico oltre che essere un ottimo esempio di ciò che si possa creare con Elementor.

Come si installa Elementor

Elementor si installa su WordPress esattamente come tutti gli altri plugin, ossia andando sulla dashboard di WordPress e nel menu a sinistra selezionare Plugin > Aggiungi nuovo.

installare elementor

Una volta installato, ti basta attivarlo e adesso, su tutte le pagine e gli articoli, ti comparirà il pulsante “Modifica con Elementor” che ti permette di creare tutte le pagine del tuo nuovo sito web come preferisci.

elementor plugin
Questa procedura vale sia che tu decida di utilizzare il plugin di Elementor gratuito, sia per il plugin PRO a pagamento.

Se opti per il plugin PRO, ricordati che devi comunque installare entrambi i plugin su WordPress, sia quello gratuito che il PRO.

Che tema scegliere per usare Elementor

temi elementor

Moltissimi temi WordPress sono perfetti per essere utilizzati con Elementor. Tendenzialmente, ti consiglio di utilizzare un tema leggero, come ad esempio:

Una volta che hai scelto il tema da utilizzare, per installarlo ti basta andare sulla tua dashboard di WordPress e nel menu a sinistra selezionare Aspetto > Temi > Aggiungi Nuovo e carichi il file .zip del tema che avevi scaricato.

Come usare Elementor gratuitamente

elementor

Ok, hai scaricato il plugin e lo hai installato su WordPress… e ora che si fa?

Adesso è arrivato il grande momento: iniziamo a utilizzarlo! (E se no che ci stiamo a fare qua? 🤣).

Per prima cosa, appena l’hai installato ti sarai accorto che nel menu di WordPress è apparsa la voce “Elementor”. Da qua puoi settare tutte le impostazioni che riguarderanno tutto il sito web, come i colori, il font e quant’altro.

Cliccando su Elementor > Impostazioni puoi anche selezionare quali tipi di pagine potrai modificare con Elementor.

Ti consiglio di selezionare sia articoli che pagine.

impostazioni elementor

Adesso vai Pagine > Aggiungi pagina e clicca sul pulsante “Modifica con Elementor”.

Ecco quello che ti apparirà (la mia è una pagina vuota ma tu potresti vedere il tuo menu di navigazione e il footer).

primi passi elementor

Adesso puoi scegliere se:

  • iniziare a trascinare direttamente gli elementi dal menu di sinistra allo schermo
  • cliccare sull’icona del + e modificare il numero di colonne della pagina
  • cliccare sull’icona della cartella e aggiungere un template già pronto.

Ecco alcuni esempi di template:

template elementor

La versione gratuita mette a disposizione 30 template e questi widget:

widget elementor gratuito

La versione gratuita di questo plugin ha quindi delle funzioni molto limitate che a mio avviso non sono sufficienti per creare un intero sito web ma che sono ottime per iniziare a prendere confidenza con questo strumento.

Se mi segui da un po’, sai già che non mi piace far buttar via soldi ai miei lettori e consiglio strumenti a pagamento solo quando necessario (non come tanti pseudo colleghi che spingono all’acquisto di tool super inutili solo per guadagnarci una commissione 🤭).

Quando ho iniziato il mio percorso nel mondo del blogging, non avevo nemmeno gli occhi per piangere, figuriamoci soldi da buttare. E fidandomi di chi ne sapeva più di me, ho buttato tanti di quei soldi che nemmeno ti immagini.

Però quei marketer e pseudo guru che mi hanno cosigliato tool inutili per guadagnare qualche euro sulle mie spalle hanno completamente perso stima ai miei occhi. E io non voglio essere come loro. Preferisco guadagnare meno soldi ma guadagnare più credibilità.

– Fine dello sfogo –

Ok. Torniamo a noi 🤣

Dicevamo, plugin gratuito o plugin a pagamento?

Nel caso di Elementor, a pagamento senza dubbio. Ma prima di acquistarlo, prova la versione gratuita, inizia a giocarci, scoprine le sue funzionalità.

E se ti piace e lo trovi adatto a te, allora sei davvero pronto per passare alla fase 2, ossia estendere le funzionalità di questo strumento, con Elementor PRO.

>> Prova subito Elementor

Le funzionalità di Elementor PRO

funzionalità elementor pro

Creando il sito con Elementor, ti accorgerai presto che la versione gratuita ti permette di fare piccoli cambiamenti ma non puoi inserire un gran numero di elementi.

Per questo, se vuoi un sito davvero super professionale e – soprattutto – funzionale, hai bisogno della versione PRO.

Non farti spaventare dal costo e ti spiego anche perché:

  • Non puoi guadagnare con un blog se non inizi a investire qualcosa
  • Elementor PRO è un risparmio perché se utilizzi la versione gratis, dovrai pagare altri plugin per ottenere tutte le funzionalità extra che ti servono. Questo strumento è quindi quello più economico e completo che puoi trovare
  • Il prezzo è davvero basso (circa 40 euro l’anno) ed è il miglior investimento che puoi fare per il tuo blog.

Ma torniamo alle funzionalità della versione PRO.

Oltre a tutte le funzioni del plugin nella sua versione gratuita, ecco tutti gli widget ulteriori che puoi sbloccare con la versione a pagamento:

funzionalità elementor pro

(Puoi trovarle tutte spiegate nel dettaglio qua)

Adesso forse ti sembrano solo un mucchio di icone ma ti assicuro che tra queste funzionalità ce ne sono alcune che ti serviranno assolutamente, come ad esempio:

  • il menu di navigazione
  • il blog
  • il contact form che ti permette non solo di ricevere i messaggi ma anche per creare un optin di iscrizione alla tua newsletter e che puoi collegare direttamente a tutti i principali strumenti di email marketing, come ad esempio ActiveCamapign, Sendinblue, GetResponse o Aweber.
  • l’e-commerce con le sue schede prodotto, il carrello
  • il countdown, un timer che indica una scadenza. Ottimo per creare scarcity e spingere gli utenti all’acquisto. Un altro strumento simile molto utilizzato nel mondo del digital marketing è DeadlineFunnel ma con Elementor ottieni la stessa funzione gratuitamente.

Vuoi creare un blog di successo?

Iscriviti e ricevi un corso di blogging gratuito dove imparerai a creare un blog, monetizzarlo e portarlo al successo.

È possibile avere Elementor in italiano?

Assolutamente sì. Come puoi vedere anche dallo screen qua sotto, tutte le voci di Elementor sono in italiano.

elementor in italiano

Quanto costa Elementor

Elementor attualmente ha ben 5 piani di pagamento:

  • Essential (49$, circa 40€) perfetto per iniziare e per chi vuole utilizzare il plugin su un solo sito web
  • Advanced (99$) per 3 siti web
  • Expert (199$) per 25 siti web
  • Studio (499$) per 100 siti web
  • Agency (999$) per 1.000 siti web.

piani elementor

Se hai un’agenzia e lavori con molti siti, ovviamente i piani Expert, Studio e Agency sono quelli che fanno per te. Ma se hai un solo sito web, allora vai libero con il piano Essential, quello più economico.

Se vuoi conoscere invece tutte le differenze tra i vari piani, puoi trovarle qua.

Cosa usare al posto di Elementor

divi elegant themes

Se cerchi un’alternativa a Elementor, allora puoi provare altre soluzioni. Ecco quelle che ti consiglio:

  • Divi. Funziona in modo molto simile a Elementor e ha la funzione drag-and-drop. È stata la mia prima scelta prima di passare a Elementor. Ho fatto questa scelta per due motivi: trovo Divi più pesante e costa quasi il doppio
  • Visual Composer. Un’altra ottima alternativa a Elementor ma a mio avviso meno completo
  • ThemeForest. Si tratta del più grande marketplace di template per WordPress. Sicuramente hai una personalizzazione molto più limitata ma ti eviti lo sbattimento di creare tutto il layout del tuo sito web da zero.

In alternativa, se non te la senti di creare il tuo sito web in autonomia, allora puoi rivolgerti a uno sviluppatore. Questa è senza dubbio la scelta più costosa, anche se puoi contenere la spesa trovando un professionista su Fiverr.

Lavoro eccellente e prezzo contenuto!

Riflessioni finali

Arrivato alla fine di questo articolo, sono sicura che adesso hai capito perché Elementor è uno dei miei strumenti preferiti per creare un sito web.

Adesso vorrei chiederti una cosa: stavo anche pensando di creare un video-corso (gratuito!) su Elementor, così da illustrarti esattamente come utilizzarlo. Cosa ne pensi?

Se ci sono abbastanza persone interessate, sarò felice di farlo. Quindi fammi sapere qua sotto nei commenti se potrebbe essere di tuo interesse.

E se sei in difficoltà con qualche passaggio o se hai bisogno di ulteriori spiegazioni o chiarimenti su qualcosa, scrivimi pure all’interno del mio gruppo Facebook.

Bene, per ora è tutto! Alla prossima!

E come sempre, buon blogging! 🥰

firma

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on pinterest
Share on twitter
Share on linkedin

ENTRA NELLA COMMUNITY GRATUITA

Entra a far parte del nostro gruppo esclusivo di blogger e web writer. Ogni giorno troverai consigli, tips e strategie per creare un blog di successo e vivere una vita basata sulla scrittura online

Leggi anche questi articoli

guest
8 Commenti
Più vecchi
Più nuovi Più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Clara
Clara

Ottima guida, come tutte le altre tue guide del resto! Grazie 🙂
Ho appena acquistato Elementor e adesso mi metto a creare il mio nuovo blog! Se fossi in difficoltà su qualcosa posso scriverti?

Alessandra
Alessandra

Grazie Eleonora! Chiarissima come sempre! Sì il video corso credo mi sarebbe utile. Non ho dimestichezza con questo genere di cose😋

Fede
Fede

Ciao Eleonora,
Ti seguo da qualche mese, da quando sono partito con il mio progetto di copywriting e blogging… ho una buona formazione, ma seguire “colleghi” esperti è sempre utile e di ispirazione 🙂
Bella guida, utile per chi è agli inizi e ha paura di fronte all’impresa di creare il proprio sito 🙂

Io pur avendo una buona base di codice, ho deciso di utilizzare i page builder per sviluppare i miei progetti e ovviamente mi son trovato di fronte al grandissssimo bivio: Divi o Elementor?
Ho navigato su moltissimi blog e stressato amici smanettoni in cerca di info a riguardo e alla fine ho concluso cheeee… ci sono delle differenze, ma non così accentuate. Quelli del partito Divi dicono che Elementor è più macchinoso e pesante, e viceversa! Quindi la scelta non è facile e credo che provare entrambi possa essere il modo migliore per fugare ogni dubbio.

Per quanto mi riguarda, dopo aver testato entrambi, la mia valutazione finale si è basata su 2 fattori:

  1. il feeling personale
  2. il prezzo

Il Drag&drop di elementor è decisamente più rapido ed intuitivo, così come la personalizzazione di alcuni blocchi.
Dall’altra parte, però, la gestione di margini, padding e palette colori di Divi è pazzesca e mi risparmia un sacco di noie.
Come dicevo però, questione di feeling!

Riguardo alla vantaggiosità del prezzo di Elementor, però, credo sia da rivalutare: i prezzi per Elementor sono esattamente quelli che hai indicato nella guida, ognuna in base al numero di siti ma sono tutte tariffe annuali.
Per quanto riguarda Divi, invece, ci sono solamente due opzioni: 89 $/anno oppure 249 $ con licenza lifetime, entrambe con numero di siti illimitati.
Quindi se da una parte è vero che il pagamento una tantum è minore con Elementor, dall’altro bisogna considerare che non ci sono limiti di siti gestibili con Divi.

Ovviamente non vuole essere una critica, anzi, spero possa essere un’ulteriore elemento di valutazione per chi ti segue e si avvicina a questo mondo 🙂

Un abbraccio e al prossimo articolo!
Fede

Adelaide
Adelaide

Bellissimo articolo e contenuti super utili! Ho sempre utilizzato template già pronti per il mio blog ma non riuscivo mai fare le modifiche che volevo. Sicuramente proverò elementor perchè mi sembra davvero quello che stavo cercando. Grazie mille!!!

Vuoi creare un blog di successo?

Accedi subito e ricevi il corso GRATUITO che ho preparato per te.
Imparerai a creare un blog da zero e monetizzarlo in 7 giorni.