Affiliate marketing: cos’è, come funziona, come si guadagna

Affiliate marketing
L'affiliate marketing è uno dei metodi più comuni per guadagnare online. Scopri cos'è, come funziona e come creare una strategia vincente

L’affiliate marketing è uno dei metodi più conosciuti e usati per guadagnare online proprio grazie a internet. È un qualcosa che esiste da moltissimi anni ma che ha avuto un boom proprio dopo l’avvento del blogging.

Pensa che secondo alcune statistiche, l’80% dei brand hanno un programma di affiliazione e che il 40% dei marketer nel mondo considerano l’affiliate marketing una componente essenziale per il proprio business.

Questo perché l’affiliate marketing è uno dei modi più semplice per guadagnare con un blog ed è considerato una sorta di rendita passiva, ossia può continuare a portarti dei guadagni nel tempo anche quando non lavori attivamente.

Ed è anche per questo che moltissimi blogger utilizzano questo tipo di monetizzazione.

Io stessa lavoro con le affiliazioni da molti anni e al momento è il metodo di monetizzazione che mi porta circa l’80% di tutti i miei guadagni.

E se vuoi approfondire il tema dell’affiliate marketing, allora sei nel posto giusto. In questo articolo andremo ad approfondire proprio il tema del marketing di affiliazione in una guida davvero super approfondita.

Ti assicuro che molti marketer là fuori fanno pagare per contenuti molto meno approfonditi di questo che leggerai oggi.

Ma adesso basta con le premesse. Andiamo a vedere insieme più nel dettaglio cos’è l’affiliate marketing.

Ti svelerò le strategie più efficaci per guadagnare con l’affiliate marketing e ti darò molti consigli a partire dalla mia esperienza sia sui migliori programmi a cui aderire, sia per ottimizzare i tuoi guadagni sponsorizzando prodotti e servizi.

Che ve dici, vogliamo iniziare? E allora iniziamo!

Cos’è l’affiliate marketing?

affiliate marketing

Cerchiamo di dare una semplice definizione di affiliate marketing.

Detto in modo estremamente semplice, l’affiliate marketing è un metodo di marketing online attraverso il quale un affiliato promuove un prodotto o un servizio e in cambio guadagna una commissione per ogni vendita effettuata.

Un lavoro win-win, quindi, che giochiamo insieme ai brand.

Ti faccio un esempio pratico.

Diciamo che hai un blog in cui parli di libri. Hai letto un libro che ti è piaciuto particolarmente e decidi di recensirlo sul tuo blog.

Decidi quindi di iscriverti al programma di affiliazione di quel libro e in cambio ottieni un particolare link che traccia il traffico dal tuo blog al brand a cui hai deciso di affiliarti.

Scrivi allora la recensione del libro in un articolo del tuo blog e aggiungi il tuo link affiliato. Le persone leggono la tua recensione e decidono di acquistare quel libro cliccando proprio il tuo link.

Da quel momento, ogni volta che qualcuno acquista attraverso il tuo link affiliato, tu guadagni una percentuale per ogni libro che hai venduto.

Ma come si fa a sapere che quella vendita è derivata direttamente dal tuo consiglio?

Il tuo link affiliato, chiamato anche affiliate link, è un link univoco. Questo significa che è un link unico, che hai solo tu. È abbastanza semplice da riconoscere perché spesso contiene una referenza dell’URL, come https://www.nomedominio.it/?ref=12345.

Quando una persona clicca su quel link, viene memorizzato un cookie sul suo computer per un certo periodo di tempo, generalmente tra i 30 e i 90 giorni.

Per tutta la validità del cookie, quindi, ti viene riconosciuto che quella vendita è stata effettuata proprio grazie a te e in questo modo ti può essere riconosciuta una commissione, che può essere sia fissa che in percentuale sul prezzo di vendita.

Questo significa che se un lettore non acquista subito ma lo fa dopo diversi giorni, ti verrà comunque riconosciuta la tua percentuale.

come funziona l'affiliate marketing

Iniziare a guadagnare con l’affiliate marketing è quindi piuttosto semplice: ti basta infatti iscriverti ai programmi più in linea con il tuo business e condividere il tuo link affiliato.

Ma scendiamo quindi ancora più nel dettaglio nel nostro viaggio di scoperta dell’affiliate marketing e scopriamo quali soggetti sono coinvolti in questo processo di vendita.

Cos’è un programma di affiliazione?

programma di affiliazione

La domanda sporge spontanea: come faccio a ottenere il mio affiliate link unico con il quale guadagnare una commissione?

Molto semplice. Ti basta iscriverti ai programmi di affiliazione.

Molti brand, infatti, mettono a disposizione quello che viene definito affiliate program o referral program, una particolare tipologia di collaborazione attraverso la quale ti viene fornito il tuo link univoco, che ti permetterà di tracciare le tue vendite e di guadagnare da esse.

I soggetti che partecipano in questo processo sono quindi 3 (eventualmente 4, se entra in gioco anche un affiliate network):

  • Il merchant, chiamato anche advertiser o affiliante, ossia l’azienda che ha il prodotto o il servizio da vendere
  • Il publisher, o affiliato, ossia la persona che promuoverà il prodotto (in questo caso tu)
  • il network di affiliazione, se l’advertiser non fornisce direttamente il link affiliato ma si affida a una piattaforma esterna che media tra l’advertiser e il publisher, gestisce link, vendite e commissioni. Torneremo a breve su questo argomento
  • il cliente finale che farà l’acquisto.

E a quanti programmi ti puoi iscrivere? A tutti quelli che vuoi, a quelli che sono più in linea alla tua nicchia e al tuo business!

Come trovare i programmi di affiliazione

Come trovare i programmi di affiliazione

Come trovare quindi i programmi di affiliazione?

Il modo più semplice per trovare i migliori programmi di affiliazione per il tuo business e sviluppare la tua strategia di affiliate marketing è capire prima di tutto che tipo di prodotto o di servizio vuoi sponsorizzare.

Diciamo ad esempio che hai un blog che parla di arredamento di interni. Potrebbe essere interessante stringere delle partnership con merchant che producono mobili, decorazioni d’interni, lampade, elettrodomestici ma anche software di rendering.

Per ogni prodotto che vuoi sponsorizzare, devi quindi intercettare i brand con le quali vuoi collaborare e cercare il relativo programma di affiliazione.

Nel nostro caso, potresti quindi cercare l’affiliate program di IKEA o di Maison du Monde. Ovviamente è solo un esempio e con quali aziende decidere di collaborare dipende solo da te.

Vai quindi su Google e cerca “[nome dell’azienda] programma di affiliazione” et voilà, eccoti servito il programma di affiliazione di Maison du Monde, attraverso il quale potrai guadagnare il 10% su tutti i prodotti venduti.

Una volta che sei arrivato alla pagina di affiliazione, per diventare affiliato troverai solitamente un questionario da compilare per candidarti al programma.

Solo pochi merchant hanno un programma aperto. La maggior parte di loro, infatti, accetterà la tua richiesta solo dopo aver valutato chi sei, quali risultati stai già raggiungendo e in che modo promuoverai il loro prodotto.

Il programma di affiliazione può inoltre essere interno all’azienda oppure gestito da un network di affiliazione.

I network sono delle piattaforme che raccolgono centinaia di affiliazioni diverse. Una volta che sei iscritto a un network di affiliazione, puoi quindi fare richiesta per entrare nei singoli programmi di affiliazione delle aziende con cui vuoi lavorare.

Esistono centinaia di network, alcuni che racchiudono affiliazioni di una singola nicchia, altri invece più generalisti sui quali puoi trovare programmi di moltissime nicchie diverse e una diversità incredibile di prodotti, come ad esempio:

  • Assicurazioni
  • Scommesse
  • Investimenti
  • Software
  • Giochi
  • Generi alimentari
  • Libri
  • Articoli sportivi
  • Alimentari
  • Viaggi
  • Mobili
  • Elettrodomestici
  • Servizi di professionisti
  • Marketplace
  • … e così via.

Possiamo quindi dire che qualsiasi cosa possa essere venduto ha potenzialmente un programma di affiliazione.

Iscriverti quindi a un network ti permette quindi di accedere a migliaia di programmi di affiliazione diversi.

Ma quali sono i migliori network di affiliazione ai quali iscriversi? Vediamolo insieme.

Quali sono i migliori network di affiliazione?

migliori network di affiliazione

Se hai creato un blog e vuoi iniziare a monetizzarlo attraverso le affiliazioni, una soluzione può essere proprio quella di iscriverti a un network che offre numerosi vantaggi rispetto all’affiliazione con un singolo partner.

Ecco i principali.

  1. Amazon Associates, il programma di affiliazione di Amazon, probabilmente il più conosciuto e più utilizzato al mondo. Puoi leggere la mia guida completa qua.
  2. Awin
  3. ShareASale
  4. Impact Radius
  5. Tradedoubler
  6. PartnerStack
  7. Clickbank

Come iniziare a fare affiliate marketing?

iniziare a fare affiliate marketing

Ma entriamo ora nel vivo della scena.

Come possiamo iniziare a lavorare con l’affiliate marketing? Ecco gli step da seguire:

  1. Scegliere la nicchia a cui rivolgerti
  2. Creare il tuo blog
  3. Intercettare le migliori offerte da sponsorizzare
  4. Iscriverti ai programmi
  5. Creare contenuti efficaci con i tuoi link
  6. Analizzare e ottimizzare i risultati.

Vediamo questi punti un po’ più nel dettaglio.

1. Scegli la tua nicchia

Scegliere la nicchia

La prima cosa che devi fare se vuoi iniziare a guadagnare con l’affiliate marketing è scegliere una nicchia in cui lavorare.

Ricordati che una nicchia, per essere profittevole, deve avere 2 caratteristiche imprescindibili:

  1. Ha un buon numero di persone interessate all’argomento
  2. Le persone di quella nicchia sono disposte a spendere dei soldi.

Una volta che hai trovato la tua nicchia, devi studiarla e ascoltarla profondamente così da capire quali sono i suoi problemi e in che modo puoi offrire una soluzione.

2. Crea il tuo blog

Creare il blog

La seconda cosa è quella di avere un blog.

Anche se generalmente potrai inviare i tuoi link affiliato anche tramite email marketing o aggiungerli su social media come Facebook, Instagram o YouTube, molti programmi di affiliazione richiedono che tu abbia un sito web per poterti iscrivere.

Ti consiglio anche di iniziare a scrivere degli articoli sul tuo blog. Questo faciliterà il tuo ingresso nei vari programmi dal momento che spesso il numero di visitatori sul tuo sito è un requisito per l’iscrizione.

3. Intercetta le migliori offerte da sponsorizzare

Intercettare le offerte

Se hai fatto una buona analisi della tua nicchia, adesso sei al corrente delle problematiche consapevoli inconsapevoli che sta affrontando e il tuo compito è quello di offrire loro una soluzione e trovare un prodotto apposito da consigliare.

Ecco qualche spunto da cui prendere ispirazione:

  • Problema: nessuna voglia di cucinare
    Soluzione: ordinare cibo a domicilio
    Prodotto: Just Eat
  • Problema: voglia di rinnovare la casa in modo economico
    Soluzione: tingere le pareti e cambiare i pavimenti da soli
    Prodotto: prodotti di Leroy Merlin
  • Problema: come rilassarsi dopo una giornata di lavoro
    Soluzione: guardare un film sul divano
    Prodotto: Netflix.

Una volta trovati i prodotti, puoi iniziare a cercare i programmi di affiliate marketing e iniziare a sponsorizzarli.

Dai alle persone quello che vogliono e gli piacerai. Dai alle persone ciò di cui hanno bisogno e ti apprezzeranno per sempre. (Simone Sinek)

4. Iscriverti ai programmi di affiliazione

iscriversi ai programmi di affiliazione

Adesso fai una ricerca dei programmi di affiliate marketing dei prodotti che hai intercettato e richiedi l’iscrizione.

Considera che per ogni iscrizione, possono volerci anche diversi giorni prima di ricevere una risposta. Una volta che la tua richiesta è stata accettata, puoi entrare nella dashboard affiliato e recuperare tutti gli affiliate link di cui hai bisogno.

Cosa fare quando la richiesta viene rifiutata?

In questo caso, nessun panico. Spesso i brand spiegano i motivi del rifiuto, che generalmente sono:

  • hai ancora poco traffico (o meno di quello richiesto dall’advertiser)
  • il tuo blog non è in linea con il prodotto da promuovere. Ad esempio hai un blog di marketing e richiedi un’affiliazione su un prodotto dimagrante
  • utilizzi una lingua diversa da quella richiesta dall’advertiser. Molte aziende, infatti, vogliono promuovere i propri prodotti solo in una determinata lingua.

In questi casi, intercetta la causa del rifiuto, lavora per rimuovere quell’ostacolo e invia una nuova richiesta di affiliazione.

⚠️ Un piccolo segreto per sapere se la tua nicchia è profittevole? Molto semplice: se per i prodotti che hai intercettato esistono dei programmi di affiliazione, la nicchia è potenzialmente redditizia.

5. Creare contenuti efficaci con i tuoi link di affiliazione

Creare contenuti

Adesso non devi far altro che creare dei contenuti efficaci dove inserire i tuoi link di affiliazione. Possono essere video su YouTube, post sui social media o articoli di blog.

Considera che ogni partner ha le sue regole. Leggi quindi bene le policy di ogni programma per capire dove puoi inserire i link.

Se infatti un programma non dovesse accettare i link provenienti dai social media, potresti ritrovarti a creare contenuti per Facebook di cui poi non ti verrebbero riconosciute le commissioni.

Crea anche dei contenuti che offrano davvero del valore aggiunto e non solo per inserire dei link.

Non mi stancherò mai di dirlo: in un periodo dove la concorrenza sul web è così alta, è estremamente importante creare contenuti di qualità.

Di estrema qualità.

Sì, perché i contenuti buoni sono diventati la nuova mediocrità. Se vuoi davvero emergere, devi riuscire a offrire qualcosa in più dei tuoi competitor.

Ho già scritto numerose guide su come scrivere contenuti performanti quindi, se non l’hai ancora fatto, ti consiglio di spulciare bene il mio blog perché troverai davvero tutte le risorse che ti servono per iniziare a produrre contenuti amati sia dai tuoi lettori che dai motori di ricerca.

Ma quali tipi di contenuti sono i più adatti per promuovere i tuoi link di affiliazione?

  • guide how-to, ossia delle guide approfondite che ti spiegano come fare qualcosa. Questa che stai leggendo, per capirci, è proprio un esempio di guida how-to
  • recensioni. Hai provato un prodotto o un servizio che ti è piaciuto e scrivi una recensione sul tuo blog
  • comparazioni di prodotti. Sono le classiche guide in cui si presentano 2 prodotti a confronto, ad esempio “MacBook PRO VS. MacBook Air: quale scegliere?”
  • articoli “listicle”. Listicle è un neologismo formato dalle parole “list” e “article” e si tratta di un articolo sottoforma di lista in cui si elencano dei punti con brevi descrizioni ed eventualmente immagini, esattamente come gli articoli di WikiHow.

Scrivere degli articoli performanti e di qualità richiede tempo e competenze approfondite.

Un consiglio per ottimizzare le energie è quello di aiutarti con strumenti di scrittura basati sull’Intelligenza Artificiale, come ad esempio Jasper, che sono programmati per scrivere articoli ottimizzati e orientati alla conversione.

Un altro consiglio importante che mi sento di darti è quello di promuovere sempre e solo prodotti e servizi che hai utilizzato personalmente, che ritieni davvero validi e che consiglieresti volentieri ai tuoi amici più cari.

Promuovere prodotti che non ti piacciono o che non conosci bene solo per guadagnare una commissione ti farà presto perdere la fiducia del tuo pubblico, che acquisterà forse da te una volta per poi non tornare mai più.

La fiducia e la creazione di relazioni solide, invece, sta alla base di un business di successo. Lascia che i tuoi articoli lavorino per te sempre, nel tempo, invece di prediligere un guadagno immediato che non si ripeterà nel futuro.

Infine, un consiglio super importante: impara a utilizzare al meglio i migliori strumenti e le migliori tecniche SEO.

Ma cosa c’entra la SEO con l’affiliate markting? C’entra, c’entra eccome.

Immagina la scena.

Ti iscrivi a decine di programmi di affiliazione, scrivi contenuti incredibili, aspetti le prime conversioni ma… nessuno legge i tuoi articoli perché sei introvabile tra le migliaia (o addirittura i milioni) di contenuti già presenti online.

Per acquisire traffico, contatti e clienti paganti, devi quindi prima riuscire a farti trovare. E per farlo, uno dei metodi più efficaci e praticamente a costo zero è imparare a guadagnarsi le prime posizioni su Google.

Pensa ad esempio a una persona che va su Google e cerca informazioni su come diventare un web writer. Sai quanti risultati troverà? 100? 200? No.

812 milioni. Mica bruscolini.

essere primo su Google

Pensi che quella persona li leggerà tutti? Te lo dico io: no, si fermerà ai primi 3, 4, forse 5 contenuti. Probabilmente non arriverà nemmeno alla seconda pagina.

Ecco perché essere primo su Google deve essere una delle tue massime priorità. E la SEO ti insegnerà come riuscirci.

6. Analizzare e ottimizzare i risultati

Analizzare e ottimizzare i risultati

Le affiliazioni hanno una caratteristica distintiva: se i contenuti che hai creato sono davvero efficaci, ti basta lavorarci solo una volta perché i tuoi contenuti continuino a lavorare per te per molto tempo.

Attualmente, ad esempio, possiedo ancora alcuni blog su cui non lavoro da anni ma che continuano a portarmi dei guadagni costanti, anche se sicuramente più bassi rispetto ai blog che curo costantemente.

Se vuoi quindi ottenere i migliori risultati, non devi pensare che creare contenuti sia sufficiente. Devi infatti analizzare costantemente i risultati che stai (o non stai) ottenendo, eliminando ciò che funziona e ottimizzando quello che invece sta funzionando.

Come guadagnare con l’affiliate marketing?

guadagnare con l'affiliate marketing

Esistono due modalità attraverso le quali puoi guadagnare grazie all’affiliate marketing:

  1. Essere un publisher, ossia sponsorizzare i prodotti delle aziende
  2. Essere un advertiser, ossia avere un prodotto e trovare degli affiliati che lo sponsorizzano.

Diciamo ad esempio che hai creato un corso online che vuoi vendere. Pensa a quanto di più puoi guadagnare se ti circondi di ottimi affiliati che creeranno articoli, video e recensioni sul tuo prodotto.

In questo caso, ti basta creare un programma di affiliazione o iscriverti a un network, descrivere il tuo prodotto, indicarne le caratteristiche, le regole che deve seguire l’affiliato e scegliere la percentuale che vuoi riconoscere.

In questo modo puoi iniziare a lavorare con tantissimi nuovi partner che metteranno a disposizione i loro blog, i loro social e le loro competenze per lavorare spalla a spalla con te.

Quanto guadagna un affiliate marketer?

quanto si guadagna con l'affiliate marketing

Ma arriviamo al succo della questione. Quanto guadagna un affiliate marketer?

Se hai già letto altri contenuti sull’argomento, ti sarai sicuramente trovato di fronte a due risposte estremamente opposte:

  • chi dice che non si guadagna niente
  • chi dice che si guadagna millantordici miliardi di euro al secondo.

La verità quindi dov’è?

Beh, quello che sto per dirti potrebbe sembrarti inverosimile ma ti assicuro che sono risposte entrambe vere ed entrambe false.

Chi ti dice che non si guadagna niente, probabilmente ha spammato i propri link di affiliazione, senza una strategia alle spalle, aspettando di diventare super ricco alla velocità di un click.

Poveretto.

Chi ti dice di aver guadagnato millantordici miliardi di euro al secondo, magari con sfondo di Dubai (dio benedica il green screen) e la Lamborghini in garage (dio benedica gli autonoleggi) è spesso un cazzaro.

Non sempre, ok. Ma molto spesso lo è.

Questo non significa però che l’affiliate marketing non sia ancora altamente redditizio, anzi. Le aziende stanno investendo sempre di più in questa forma di marketing e questo significa che esiste senza dubbio uno spazio per crescere e guadagnare.

Le entrate, inoltre, possono essere potenzialmente illimitate ma questo comporta tanto studio, test, fallimenti e ottimizzazioni.

Secondo un’indagine condotta dalla community di STM, il più grande forum di affiliate marketing al mondo, i guadagni degli affiliate marketer possono essere molto diversi tra loro:

  • circa il 20% guadagna meno di 20.000 dollari l’anno
  • il 45% guadagna tra 20.000 e 200.000 dollari l’anno
  • circa il 35% guadagna oltre 200.000 dollari l’anno (di cui, solo il 6% guadagna oltre 2 milioni di euro annui).

Questa però era un’indagine interna alla community, dove quasi tutti sono affiliate marketer professionisti. Se allarghiamo un po’ il campo, troviamo altre statistiche che riportano numeri un po’ più realistici:

  • il 48% degli affiliati a livello globale guadagna fino a 20.000 dollari l’anno
  • solo il 3% di tutti gli affiliati guadagna oltre 150.000 dollari l’anno.

La verità, però, è che l’affiliate marketing non è un mercato stabile. Puoi non aver guadagnato niente fino a ieri e fare il grande salto dall’oggi al domani. Ma puoi anche guadagnare bene oggi per vedere crollare i tuoi profitti domani.

Per la mia esperienza, i guadagni dell’affiliate non dipendono dal segreto numero uno dell’affiliate marketing che certi guru cercano di rifilarti – alla modica cifra di millanta euro IVA esclusa –, anche perché online è stato detto talmente tanto sull’affiliate marketing che un vero segreto non esiste di certo.

Il successo di un progetto di affiliazione, invece, dipende da una concomitanza di fattori diversi, come ad esempio:

  • la nicchia a cui ti rivolgi
  • la percentuale di guadagno
  • la tipologia di commissione (PPC, PPS, ricorrente…)
  • le tue skill di SEO e di copywriting
  • le tue competenze di analisi e di ottimizzazione.

Punta a questi fattori e vedrai che le affiliazioni sapranno darti tantissime soddisfazioni, economiche e non.

Riflessioni finali

Come ti sarai accorto, questa guida è davvero approfondita. Spero davvero che questo articolo ti abbia aiutato a comprendere meglio il mondo dell’affiliate marketing e abbia risposto a tutte le tue domande su questo argomento.

Ma ovviamente, se hai altri quesiti a cui non ho risposto, sentiti pure libero di chiedere nei commenti sotto a questo post. Rispondo sempre!

Non mi resta che augurarti un buon blogging!

firma

Vuoi imparare i segreti di successo?

Entra in Blog Academy, la mia scuola di blogging online.

Troverai tante lezioni per creare e far crescere il tuo blog blog e una community esclusiva che ti aiuterà attivamente a sviluppare il tuo progetto sul web.

Ehi! Qua manca il tuo commento 🤗

guest
10 Commenti
Più vecchi
Più nuovi Più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Giorgio
Giorgio

Un altro articolo perfetto, il migliore che si possa trovare online su questo tema. Non sbagli un colpo! Grazie Eleonora delle preziose informazioni che condividi con noi neofiti.

Eleonora Baldelli
Eleonora Baldelli
Reply to  Giorgio

Troppo gentile! Grazie di cuore Giorgio 🙂

Andreea
Andreea

Ciao, Eleonora.. Bellissima e utilissimo articolo… Che ne pensi di ClickFunnels?

Eleonora Baldelli
Eleonora Baldelli
Reply to  Andreea

Grazie Andreea! ♥️
Riguardo ClickFunnels, l’ho utilizzato per molto tempo ma lo trovo uno strumento alquanto inutile. Troppo sopravvalutato a mio avviso.

Federico
Federico

E veramente difficile guadagnare con le affiliazione scrivendo contenuto a mano. Lavoro con le affiliazioni da ani .. unico modo in qui sono riuscito a fare profitti e generare contenuto in automatico. Puoi certo dipende anche dalle aspettative .. se uno si acontenta con 1000 euro/mese la cosa e piu facile.

Eleonora Baldelli
Eleonora Baldelli
Reply to  Federico

Hai ragione, non è semplice guadagnare con le affiliazioni ma sicuramente si possono fare molti più di 1000 euro al mese anche con contenuti scritti a mano 😄

Annalisa
Annalisa

Cosa consigli per chi vuole imparare seo e copy ma non ha soldi per i corsi

Manuela
Manuela

Ciao Eleonora, articolo illuminante!! Complimenti!! Una domanda: è da un paio di mesi che lavoro al mio blog, vorrei sapere se il programma di affiliazione di amazon prevede un numero minimo di visitatori, grazie.

CORSO DI BLOGGING GRATIS

Ottieni il tuo corso di blogging gratuito

Ricevi subito il corso di blogging gratuito che ti insegnerà a creare il tuo blog da zero e iniziare a guadagnare in 7 giorni.