Copywriting: cosa significa e come lavorare in questo settore

guida copywriting
Il copywriting è l'arte di saper scrivere testi coinvolgenti e persuasivi, capaci non solo di vendere la soprattutto di affascinare il lettore. Ecco come

Vuoi creare un blog di successo?

Ricevi subito il tuo corso di blogging gratuito e impara a creare un blog da zero, a monetizzarlo e a portarlo al successo in 7 giorni.

Il copywriting è molto di più che semplicemente scrivere: è l’arte di creare testi capaci di entrare in profonda connessione con chi li legge, capaci di emozionare, coinvolgere e guidare a compiere una scelta.

Si tratta infatti di un insieme di tecniche di scrittura e di marketing che hanno come scopo quello di creare un testo persuasivo e accattivante, capace di aiutare il lettore a fare una scelta o intraprendere un’azione.

Per questo motivo, il copywriting viene utilizzato in tantissimi ambiti, soprattutto nel mondo del marketing, come ad esempio nelle pubblicità, nelle landing page o nelle email.

Se vuoi diventare un copywriter professionista o se semplicemente vuoi capire meglio in che modo i testi che leggi ogni giorno influiscono su di te e sulle tue scelte, allora questo articolo è proprio quello che stavi cercando.

In questo articolo esploreremo insieme proprio l’arte del copywriting e tutti i segreti che ci sono dietro a questa affascinante professione. Ci immergeremo nel mondo magico delle parole e scopriremo come utilizzarle al meglio per creare testi persuasivi, emozionali e ispirazionali.

Pronto? Iniziamo!

Cos’è il copywriting?

cos'è il copywriting

Iniziamo dalla definizione: cosa è il copywriting?

Qualcuno dice che il copywriting è l’arte di scrivere per vendere. Qualcun altro direbbe invece che il copywriting è l’arte di scrivere per emozionare. La verità è che il copywriting è l’arte di scrivere per entrare in empatia con il lettore, comprendere i suoi bisogni e creare un legame emozionale attraverso le parole.

Tutto il resto (emozionare, vendere e così via…) è solo la conseguenza di un ottimo copy.

Il copywriting è l’arte di scrivere per entrare in empatia con il lettore

Immagina il copywriting come la tua canzone preferita: un ritmo che batte all’unisono con la tua anima, delle parole che rispecchiano esattamente il tuo pensiero e le tue emozioni. È proprio questo quello che fa un buon copywriting.

Un copywriter, infatti, utilizza le parole per evocare emozioni, raccontare storie, suscitare l’interesse e spingere il lettore a compiere un’azione attraverso un’efficace combinazione di creatività e strategia.

Ti è mai capitato di leggere qualcosa e pensare: “Cavolo, sembra che sia stato scritto proprio per me!” oppure “È esattamente questo che provo, questo brand mi capisce!”. È proprio questa la forza del copywriting: comprendere il lettore e creare con lui una connessione profonda e significativa.

E questo viene fatto attraverso alcune tecniche – chiamate appunto “tecniche di copywriting” – che vengono utilizzate in tantissimi ambiti, come ad esempio la pubblicità ma anche nelle email, delle lettere di vendita, nelle landing page e in tutti quei testi che vogliono creare un legame con un lettore e offrirgli un’esperienza profonda e coinvolgente.

Un esempio?

Immagina di vedere una pubblicità di un nuovo paio di scarpe per fare jogging. Un buon copywriting non si limita a descriverti le caratteristiche tecniche dei quelle scarpe, bensì ti fa invece sentire la leggerezza di indossarle, la comodità di quelle scarpe mentre stai correndo e ti innesca il desiderio di averle.

O ancora, immagina di leggere la descrizione di un nuovo romanzo. Un buon copywriting dovrebbe rapirti, immergerti già dalle prime righe all’interno della storia, facendoti desiderare di acquistare subito quel libro e correre a casa a leggerlo.

Il copywriting è un ingrediente fondamentale in una strategia marketing di successo. Se vuoi che il tuo blog, il tuo business o il tuo prodotto abbia davvero successo che cerchi, allora dovrai anche essere in grado di comunicare il tuo valore e quello del tuo brand ai tuoi potenziali clienti.

E questo puoi farlo proprio grazie al copywriting.

E se utilizzi anche l’intelligenza artificiale come supporto al tuo lavoro? Ecco allora che si parla di AI copywriting.

Ok, immagino che stai iniziando a capire la potenza del copywriting e non vedi l’ora di sapere come applicarlo anche ai tuoi progetti, vero? Allora scendiamo ancora più in profondità!

Cosa non è il copywriting?

Abbiamo visto cosa è il copywriting. Ma cosa invece non è – o non dovrebbe mai essere – il copywriting?

Il copywriting è un’arma persuasiva molto potente.

Per questo motivo dovrebbe essere sempre autentico e trasparente, utilizzato in modo etico e mai per ingannare o manipolare il lettore. Deve essere usato per ispirare, aiutare e persuadere, non per creare false speranze o per far credere qualcosa che non è vero.

Il copywriting è un po’ come un potente libro di magia: non esiste magia buona o magia cattiva, dipende sempre dal mago che la utilizza.

Le parole sono la nostra fonte di magia più inesauribile, capace sia di ferire che di curare.
(Albus Silente)

Ma che differenza c’è quindi tra persuasione e manipolazione? Vediamolo insieme.

Che differenza c’è tra manipolazione e persuasione?

manipolazione e persuasione

Quando parliamo di copywriting e di persuasione, molte persone pensano che persuadere significhi manipolare. In realtà sono due concetti ben diversi tra loro.

La manipolazione è quando si cerca di influenzare qualcuno utilizzando trucchi o inganni, sfruttando le sue debolezze, le sue paure o le sue vulnerabilità, facendogli credere qualcosa che non è reale oppure che è addirittura illecito o dannoso.

La persuasione, invece, è basata sulla creazione di un rapporto di fiducia, è un dialogo che aiuta il lettore a prendere una decisione basata sulla propria volontà. È come un consiglio per andare dal punto A al punto B: ma deve essere il lettore a scegliere liberamente di percorrere quel sentiero.

L’obiettivo del copywriting deve quindi essere sempre quello di persuadere e mai di manipolare.

Qual è lo scopo del copywriting?

Spesso si dice che il copywriting è l’arte di saper vendere. In realtà questa definizione di copywriting è a dir poco riduttiva.

Lo scopo principale del copywriting, invece, è quello di portare il lettore a compiere un’azione che non deve essere necessariamente una vendita. Può essere invece di far avvicinare il lettore al brand, farlo iscrivere a una newsletter, scaricare un coupon, prenotare un appuntamento e così via.

Il tutto creando delle emozioni e delle connessioni con il lettore, in modo da instillare in lui un bisogno o il desiderio di avere ciò che gli viene offerto.

In quali ambiti possiamo applicare il copywriting?

Il copywriting nasce per la carta stampata alla fine del 1800. Il primo copywriter della scuola fu John Emory Powers che viene tutt’oggi considerato come il padre della pubblicità moderna.

Per decenni il copywriting si è fatto strada nel mondo del marketing fino ad approdare anche sul web, dove è nato un nuovo tipo di copywriting, capace di adattarsi non solo a un diverso formato (quello su video) ma anche a un nuovo pubblico, a nuove modalità di acquisto e a nuove esigenze di mercato.

Per questo motivo, al copywriting pubblicitario della carta stampata si sono aggiunti altre tipologie di copywriting, come il copywriting per i siti web (che comprende ad esempio il SEO Copywriting), per gli e-commerce, per l’advertising, per l’email marketing, per le landing page, per gli script dei video di YouTube e così via.

Dove possiamo quindi applicare il copywriting? Beh, ovunque! Dove c’è comunicazione, allora ci dovrebbe sempre essere anche un buon copywriting.

Perché il copywriting è importante nel marketing

Perché il copywriting è importante nel marketing

Il copywriting non ci aiuta solo a vendere di più a massimizzare i nostri incassi.

Ci aiuta a creare una comunicazione accattivante, persuasiva e che risponda esattamente alle esigenze e ai desideri dei nostri clienti e dei nostri potenziali clienti, suscitando emozioni e stabilendo una connessione emotiva con il nostro pubblico e fidelizzando al massimo la nostra audience.

Ma non solo.

Attraverso il copywriting saremo in grado di comunicare al meglio i valori del nostro brand, dei nostri prodotti e dei nostri servizi, condividere la nostra missione con il mondo, aumentare la nostra visibilità, essere sempre riconoscibili, creare una brand identity forte e coerente e rendere più impattante il nostro brand positioning.

Ma quali sono le migliori tecniche di copywriting per raggiungere tutti questi fantastici obiettivi? Andiamo a vederle insieme.

Le migliori tecniche di copywriting per scrivere un testo persuasivo

Ci sono tantissime tecniche di copywriting che puoi applicare alla tua comunicazione per creare dei messaggi attraenti, emozionali e persuasivi.

Vediamo i principali.

Conosci la tua audience

conosci la tua audience

Se vuoi scrivere un testo davvero capace di entrare in empatia con il tuo lettore, per prima cosa devi sapere esattamente per chi stai scrivendo.

Ti faccio un esempio.

Diciamo che vuoi spiegare a qualcuno cos’è un cerchio.

Su un manuale di geometria, troverai: “Parte di piano delimitata da una linea curva chiusa, detta circonferenza, ove per circonferenza si intende il luogo geometrico dei punti di un piano che hanno da un punto dato (centro) distanza uguale a un segmento dato (raggio)”

Sul librino delle forme dei miei bambini, invece, la definizione di cerchio viene data come: “Il cerchio è la ciliegia rosso rubino che matura in giardino”.

Pensa adesso per un momento se queste due definizioni fossero invertite. I miei bambini non avrebbero sicuramente capito un accidente di cosa è un cerchio mentre un ragazzo della scuola superiore che legge quella definizione su un libro di matematica si sentirebbe presto per un cretino.

Questo è esattamente quello che si intende per “conoscere la propria audience”. Più conosci il tuo pubblico, infatti, e più puoi avvicinarti al suo linguaggio, alla sua comprensione e ai suoi interessi.

A ognuno di noi piace leggere qualcosa di personalizzato, qualcosa scritto esattamente per noi, qualcosa che risolve un nostro problema specifico. E se non riuscirai a rivolgerti esattamente al tuo lettore, non riuscirai mai a catturare la sua attenzione e ad entrare in empatia con lui.

Una comunicazione per tutti è una comunicazione per nessuno.

Immagina per un momento di dover vendere uno zaino. Quello zaino potrebbe essere acquistato ad esempio da un nomade digitale, che lo utilizza per viaggiare e lavorare, o magari da un escursionista o forse da un bambino che va a scuola. Va da sé che non puoi scrivere un testo identico per queste tre persone, non trovi?

Dovrai invece descrivere il tuo prodotto in base alla persona che hai davanti. Ecco degli esempi per vendere lo zaino.

  • NOMADE DIGITALE: il focus potrebbe essere sul godersi l’avventura di viaggio senza doversi preoccupare di perdere o danneggiare la propria attrezzatura elettronica.
  • ESCURSIONISTA: un buon copy si concentrerebbe ad esempio sulla forma ergonomica dello zaino, sui materiali di alta qualità, sul peso distribuito in modo equilibrato sulla schiena che permette di camminare ore senza problemi
  • BAMBINO: a un bambino non interessa che lo zaino sia di alta qualità o pieno di tasche. Quindi sarebbe meglio mettere il focus sulla varietà di colori, sulla possibilità di avere lo zaino con stampati i colori della squadra del cuore o del proprio super eroe o la presenza di un regalino insieme allo zaino.

Conoscere in anticipo il tuo target di riferimento, quindi, è il primo passo per riuscire a creare un testo coinvolgente, interessante e che faccia breccia nel suo cuore.

Concentrati sul beneficio, non sul prodotto

focus sul beneficio

Un buon copywriting non si concentra sulla descrizione di un prodotto, bensì sul beneficio che l’acquirente otterrà dopo averlo acquistato.

Ti faccio due esempi, così che puoi “toccare” la differenza tra un testo che si concentra sul prodotto e uno che si concentra invece sul beneficio.

Immagina di voler acquistare un televisore e ti trovi davanti a questi due testi:

TESTO 1 (focus sul prodotto): La nuova televisione LED da 55 pollici è un prodotto di ultima generazione che offre una qualità dell’immagine eccezionale grazie alla risoluzione 4K Ultra HD. Il display LED garantisce una luminosità uniforme su tutta la superficie e una maggiore profondità di nero. La televisione è dotata di una vasta gamma di colori, offrendo immagini nitide e dettagliate. Grazie alla tecnologia avanzata, questa TV è anche energicamente efficiente, riducendo il consumo di energia.

TESTO 2 (focus sul beneficio): Immagina di essere appena tornato a casa dal lavoro. Finalmente puoi rilassarti sul tuo comodo divano e guardare la tua serie preferita! La stanza è buia ma il display ultra-luminoso della tua nuova TV LED da 55 pollici illumina il tuo viso con immagini nitide e colori vibranti. Ti senti immerso nella storia e ti sembra di essere davvero al cinema. E non è solo la qualità dell’immagine a stupirti: la tecnologia avanzata garantisce una qualità audio impeccabile, rendendo la tua esperienza visiva ancora più coinvolgente. Grazie alla sua straordinaria efficienza energetica, puoi guardare la tua TV per ore senza preoccuparti del consumo di energia. Non c’è niente di meglio di una serata di relax con la tua famiglia, godendo di immagini e suoni sorprendenti. Acquista subito la tua nuova TV LED da 55 pollici e regalati l’esperienza visiva più coinvolgente della tua vita!

Quale dei due testi ti invoglia maggiormente all’acquisto? Immagino il secondo. Ricordalo sempre quando devi creare la descrizione di un prodotto.

Utilizza headline di forte impatto

Le headline, ossia i titoli dei tuoi contenuti, sono il biglietto da visita di un testo e hanno il compito di attirare l’attenzione del lettore.

Può essere il titolo dell’articolo del tuo blog, di un post sui social, di una campagna pubblicitaria o anche l’oggetto di un’email: il titolo farà decidere al tuo lettore se procedere nella lettura o passare invece a un altro contenuto. È quindi fondamentale che i tuoi titoli sappiano essere attrattivi, interessanti e coinvolgenti.

Scrivi con il giusto tone of voice

tone of voice

Il tone of voice, ossia il tono di voce che usiamo nel nostro testo, è come un abito che indossiamo per una festa: deve essere sempre adatto all’occasione e alla persona a cui ci rivolgiamo.

Immagina di presentarti a un colloquio di lavoro con un abbigliamento casual: non sarebbe appropriato e potrebbe influire negativamente sulla tua immagine perché sarebbe magari più appropriato un abbigliamento più elegante e professionale.

Allo stesso modo, il tono di voce che utilizziamo nel copywriting deve essere adatto alla nostra audience e al messaggio che vogliamo comunicare.

Se il nostro obiettivo persuadere una persona a comprare un prodotto, potremmo quindi optare per un tono emozionante e motivazionale mentre se vogliamo spiegare come funziona un servizio sarebbe probabilmente più indicato utilizzare un tono più informativo e tecnico.

Scegliere il giusto tono di voce è quindi estremamente importante per stabilire una connessione empatica con la nostra audience e per renderci credibili e affidabili agli occhi del nostro lettore.

Entra in empatia con il lettore

Il copywriting è tutta una questione di empatia. Entra in sintonia con il tuo lettore, comprendi le sue esigenze, i suoi desideri, le sue paure e i suoi sogni.

Sarà proprio grazie a questa connessione profonda che sarai in grado di scrivere testi che parlino direttamente al cuore delle persone e che sappiano toccare le giuste corde.

Prova a metterti nei loro panni e a scrivere come se stessi parlando con un amico. Una metafora che rappresenta perfettamente questo concetto è quella del ponte che unisce due sponde: il copywriter è un po’ come il costruttore di ponte fatto di empatia, che riesce a far incontrare un brand brand con il proprio pubblico.

Utilizza lo storytelling

storytelling

Lo storytelling è una componente fondamentale per scrivere un testo persuasivo.

Ma perché è così fondamentale saper utilizzare le storie nelle nostre narrazioni? Molto semplice.

L’uomo ha raccontato storie fin dall’antichità come mezzo per comunicare, condividere esperienze, istruire, intrattenere e preservare la cultura e la memoria collettiva.

Le storie hanno permesso agli esseri umani di creare e trasmettere valori, credenze e conoscenze, di esprimere emozioni e di sviluppare la propria immaginazione e creatività ma hanno anche svolto un ruolo fondamentale nella rappresentazione della realtà e nella costruzione dell’identità individuale e collettiva, aiutando le persone a comprendere il proprio posto nel mondo e a sentirsi parte di una comunità più grande.

Raccontare storie è quindi un modo per connettersi con la nostra audience e catturare la sua attenzione in maniera emozionante e coinvolgente. Una buona storia crea infatti empatia con il nostro pubblico, rendendo il nostro messaggio ancora più potente e memorabile.

Ma le storie ci permettono anche di trasmettere concetti complessi in modo semplice e comprensibile, facendo sì che le persone si identifichino con i nostri valori, le nostre sfide e le soluzioni che proponiamo.

Cerca quindi di implementare sempre una buona dose di storytelling all’interno dei tuoi testi, così da renderli ancora più coinvolgenti, emozionanti e persuasivi.

Rendi i tuoi testi coinvolgenti

Per rendere la tua comunicazione ancora più persuasiva, utilizza sempre un linguaggio semplice e amichevole, racconta storie, fai uso di metafore e figure retoriche, crea immagini vivide nella mente del tuo pubblico.

Falli sentire parte della tua storia.

Dai un ritmo alle parole. Hai presente quando qualcuno ti parla con voce lenta e noiosa? Scommetto che dopo poche parole, la tua mente inizia a pensare ad altro e tendi a smettere si ascoltare. Se invece ascolti un discorso che viene raccontato con un ritmo più incalzante, ecco allora che la nostra attenzione si risveglia.

Questa differenza di ritmo può essere riportata anche nella scrittura. E riuscire ad avere controllo sul ritmo significa avere controllo sulle parole e sulle leve emotive capaci di attrarre e sedurre il tuo lettore.

Vuoi un esempio? Molto bene.

Questo testo ha un ritmo piatto. È abbastanza noioso da leggere. In realtà non sto dicendo molto. Voglio solo farti annoiare. Ha un ritmo davvero monotono. Leggilo 3 volte e te ne accorgerai. Mi sono già annoiata a scriverlo. Tu ancora di più a leggerlo.

Vuoi scrivere un testo più ritmato? Allora impara a giocare con le parole, alterna le pause a un ritmo più veloce. Attrai il tuo lettore, aggancialo alla lettura e offri delle risposte. Non aver paura di osare: le parole hanno un grande potere. Sta a te imparare come utilizzarle.

Hai capito la differenza?

Un ottimo aiuto per riuscire a dare un ritmo diverso ai nostri testi viene anche dalla musica. Prova a scrivere un testo immerso nel silenzio, uno ascoltando musica rilassante e uno con della musica molto ritmata. Spesso i testi che scriviamo assumeranno il ritmo della musica che stiamo ascoltando.

Come si diventa copywriter?

Come si diventa copywriter

Diventare un copywriter è come intraprendere un viaggio emozionante verso la scoperta delle proprie capacità di scrittura e di persuasione.

Ma come si diventa copywriter?

Per diventare un copywriter di successo bisogna innanzitutto avere una forte passione per la scrittura, una spiccata empatia e una profonda conoscenza delle tecniche di persuasione.

È importante studiare i grandi copywriter del passato e del presente, imparare a conoscere la propria audience e sviluppare una voce unica e convincente, capace di elevarsi su tutte le altre.

È anche fondamentale leggere tantissimo e scrivere ogni giorno, una sorta di pratica continua, e non avere mai paura di sperimentare nuove tecniche e stili di scrittura.

Sii curioso, perseverante e soprattutto, sii sempre te stesso. Questo è il vero segreto per diventare un copywriter di successo.

Leggi tantissimo

Diventare un copywriter di successo richiede molto più che saper semplicemente scrivere bene. Leggere molto, infatti, è un passo fondamentale per sviluppare la nostra sensibilità linguistica e una maggiore empatia verso il proprio pubblico.

Ma quali sono i migliori libri da leggere per sviluppare le nostre competenze di copywriting?

La prima scelta è senza dubbio la narrativa, in particolare i classici della letteratura.

La narrativa ci permette infatti di immergerci in mondi immaginari e all’interno dei personaggi, di provare emozioni, di comprendere punti di vista diversi dal nostro e di pensare fuori dagli schemi. E questo ci porta a diventare più empatici e a scrivere testi che colpiscono davvero i nostri lettori.

Oltre ai classici, anche i libri di digital marketing sono un ottimo aiuto, soprattutto per comprendere come funziona il marketing online, come scrivere sul web e come creare dei contenuti apprezzati non solo dai nostri lettori ma anche dal più severo dei giudici: Google.

Formati e perfezionati costantemente

copywriting formazione

Ricorda che il copywriting è un’arte in continua evoluzione quindi è importante anche formarsi costantemente.

All’interno di Blog Academy, ad esempio, troverai tantissime lezioni incentrate proprio sulle tecniche di copywriting, che potrai applicare ai tuoi testi e fare in modo che siano sempre di grande impatto, coinvolgenti e orientati alla conversione.

Ci sono anche alcuni libri che sono super utili per sviluppare tutte le migliori competenze per diventare un ottimo copywriter.

Ecco i miei preferiti:

Scrivi ogni giorno

Se vuoi imparare a scrivere meglio allora il miglior consiglio che potrei darti è quello di fare pratica ogni giorno. Anche se non ti senti ispirato. Anche se ti senti di avere il blocco dello scrittore.

È un po’ come correre una maratona. Non puoi pretendere di gareggiare se non hai ancora mai corso nemmeno 10 metri.

Perché scrivere è un esercizio mentale e fisico che va allenato costantemente.

Più scrivi e più scrivere ti sarà facile. Le parole fluiranno più velocemente, i tuoi pensieri si faranno più limpidi.

Scrivi ogni giorno e si trasformerà in un’abitudine.

Sviluppa uno stile e un tone of voice unico e inconfondibile

Una caratteristica che differenzia un bravo scrittore da uno scrittore mediocre è lo stile comunicativo.

Dai un’occhiata agli articoli di blog che trovi online: non ti sei accorto che nella stragrande maggioranza dei casi sono tutti uguali?

Stessi testi copia e incolla, stesse call to action, stesse frasi.

E ammettiamolo: talvolta questi testi riescono anche a posizionarsi. Ma a che costo? Quello di perdere completamente la credibilità agli occhi dei tuoi utenti.

Quando ti rendi conto che sei dalla parte della maggioranza, sappi che è ora di cambiare.

Mark Twain

Trovare un proprio stile unico e inconfondibile, invece, è una vera e propria firma suoi tuoi lavori.

È la caratteristica che ti permetterà non solo di metterti in risalto tra un mucchio di testi tutti uguali ma è anche quello che ti farà guadagnare la fiducia dei tuoi lettori.

Il mondo del copywriting è pieno di talenti ma solo i copywriter che hanno sviluppato uno stile e un tone of voice unico e inconfondibile riescono a distinguersi davvero dalla massa, a farsi ricordare dai loro lettori e a farsi scegliere dalle aziende.

È un po’ come entrare in una libreria piena di libri, ognuno con la sua copertina, il suo titolo e la sua descrizione. Quali libri attireranno la tua attenzione? Probabilmente quelli che hanno un titolo accattivante, una copertina accattivante e una descrizione unica e originale.

Allo stesso modo, se riuscirai a sviluppare uno stile e un tone of voice unico diventerai proprio come libri che attirano la maggiore attenzione dei lettori, sarai in grado di scrivere testi ancora più attraenti e coinvolgenti e ti creerai la tua identità professionale, capace di fidelizzare i tuoi lettori che vorranno leggerti ancora e ancora e ancora.

Come trovare lavoro come copywriter

trovare lavoro come copywriter

Il mondo del lavoro come copywriter può sembrare un labirinto, ma ci sono molte strade che portano al successo.

La prima cosa da fare è senza dubbio quella di crearti un portfolio che sappia mettere in risalto le tue abilità di scrittura, il tuo stile e il tuo tone of voice. Puoi anche utilizzare i social media per costruire la tua rete di contatti e mostrare il tuo lavoro a potenziali clienti o agenzie.

Partecipa anche a workshop, webinar o eventi per incontrare altri professionisti e allargare la tua rete di contatti. Anche i gruppi su LinkedIn o Facebook dedicati al copywriting possono rivelarsi molto utili.

Bussa alle porte dei professionisti che segui e delle agenzie che più ti piacciono: spesso sono alla ricerca di copywriter. Invia la tua candidatura, magari accompagnata dal tuo portfolio o da uno o più esempi di testi che pensi possano essere di loro interesse.

E non demoralizzarti delle prime porte chiuse in faccia. Ricorda sempre che come in ogni cosa, la perseveranza e la determinazione sono fondamentali per trovare il lavoro dei tuoi sogni come copywriter!

Riflessioni finali

L’arte del copywriting è un ingrediente fondamentale per il successo di qualsiasi attività commerciale o comunicativa. E un buon copywriter sa esattamente come toccare i tasti giusti per coinvolgere il pubblico e persuaderlo a compiere un’azione, sia che si tratti di acquistare un prodotto che di compiere una specifica azione.

Diventare copywriter richiede una combinazione di talento, passione, formazione e duro lavoro. Leggere molto, sviluppare uno stile unico, comprendere la psicologia della persuasione, collaborare con altri professionisti e formarsi costantemente sono tutti elementi chiave per raggiungere il successo in questo campo.

Non mi resta che farti un grandissimo in bocca al lupo per la tua carriera da copywriter!

firma

Hai già letto questi articoli?

Ehi! Qua manca il tuo commento

Ricevi una notifica per i nuovi commenti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments