Semrush: cos’è e come utilizzarlo per far raggiungere al tuo sito la vetta di Google

semrush
Se vuoi che il tuo blog si posizioni nei primi risultati di ricerca di Google, Semrush saprà essere un prezioso alleato. Ecco come utilizzarlo.

Se c’è stato un tool che è riuscito davvero a fare la differenza nella crescita dei miei blog e in quelli dei miei clienti, quello è senza dubbio Semrush.

Parlo spesso di Semrush nelle mie guide: di come utilizzarlo per fare una ricerca di keyword, analizzare i propri competitor, fare un audit del proprio sito o ottimizzare tutti i nostri contenuti.

E oggi ho pensato di creare una guida più completa su questo tool, in modo che anche tu possa iniziare a utilizzarlo al meglio per far crescere i tuoi progetti online.

Ti spiegherò cosa è esattamente Semrush e a cosa serve, quali sono le sue funzionalità principali e ti mostrerò le preziose risorse SEO che mette a disposizione gratuitamente.

E a proposito di gratuito: ti spiegherò anche come utilizzare Semrush in modo del tutto gratis (per sempre, non solo per 7 giorni).

Ma prima di iniziare, è doverosa una…

⚠️ PREMESSA IMPORTANTE ⚠️

La maggior parte della mia formazione di digital marketing è avvenuta online.

Ma nell’online le cose cambiano spesso e la cosa che più ho odiato è trovare delle guide non aggiornate, che ti spiegano passo passo come fare qualcosa ma quelle spiegazioni non trovavano poi riscontri sui siti indicati, che erano stati totalmente rinnovati.

Che nervoso, davvero.

Da questa esperienza, ho deciso che questo è qualcosa che NON troverai mai sul mio blog. Non mi interessa scrivere un articolo per “acchiappare la keyword”. Quello che voglio è fare davvero la differenza, offrire davvero un valore aggiunto.

E dal momento che gli strumenti online tendono a cambiare spesso, aggiungendo o rimuovendo strumenti e funzionalità, ti consiglio di salvarti questa guida tra i preferiti perché la aggiornerò frequentemente con tutte le novità di Semrush.

Ok, adesso basta con le premesse importanti e non. Immergiamoci subito nel magico mondo di Semrush (Visto che bella frase a effetto? 😄)

Vuoi lanciare un blog e monetizzarlo?

Leggi allora la mia guida su come creare un blog da zero e portarlo al successo

Cos’è Semrush

Semrush è molto più di uno strumento SEO.

È infatti una piattaforma all-in-one attraverso la quale puoi gestire la SEO, il content marketing, la ricerca sulla concorrenza, la pubblicità online e tutto il social media marketing del tuo sito web.

SEMrush è molto più di un sofisticato toolkit per la SEO. I nostri strumenti entrano nel cuore di ogni attività del marketing: qualunque sia la tua specialità, abbiamo uno strumento che può migliorare il tuo workflow.
– Semrush

Quello che la rende unica è che non esiste al momento uno strumento simile. Esistono ottimi strumenti per la SEO, per il content marketing e così via. Ma non una piattaforma che unisca tutti gli elementi che servono per far crescere un blog.

A cosa serve Semrush

semrush nuova homepage

Se hai già creato un blog ma non sta ancora ottenendo il traffico che desideri o se sei in procinto di crearne uno e vuoi dargli subito la migliore struttura per far sì che cresca e monetizzi fin da subito, allora Semrush ti sarà sicuramente d’aiuto.

Ovviamente non è uno strumento magico. Non basta creare un progetto su Semrush per vederlo volare nelle prime posizioni di Google. È uno strumento, e in quanto tale è importante saperlo utilizzare.

Ma qualcosa di magico ce l’ha davvero.

Ti basta infatti aggiungere un progetto, collegare Google Analytics, la GSC e i social media che utilizzi per avere analisi e suggerimenti per ottimizzare il tuo sito.

E –cosa non scontata– è semplicissimo da utilizzare, anche grazie ai numerosi strumenti che offre, come i tutorial o l’Academy, di cui parleremo comunque in modo più approfondito nel corso di questa guida.

Grazie a Semrush, questo è uno dei migliori risultati ottenuti dal mio blog quest’anno:

risultati semrush

Mettiti comodo perché adesso ti spiego nel dettaglio in che modo ho utilizzato Semrush per conquistarmi la vetta di Google con keyword classificate come “hard” e “very hard”, come ad esempio “come creare un blog“, per la quale sono attualmente in prima posizione e nello snippet in primo piano (e speriamo di restarci! 😅)

snippet in primo piano

E sai come ci sono riuscita? Analizzando i competitor e rubando il loro traffico (in modo del tutto etico, sia chiaro! 😅)

Come utilizzare Semrush in modo gratuito

semrush gratis

Una cosa che mi viene detta spesso quando parlo di Semrush è che è molto caro (i piani partono da circa 70€ al mese).

Però ci sono 3 elementi che secondo me bisogna tenere sempre a mente:

  1. è possibile utilizzare Semrush gratuitamente per sempre, anche se nella sua versione limitata (che per un solo blog appena creato è più che sufficiente)
  2. costa meno di numerosi strumenti SEO che offrono solo l’analisi SEO (come ad esempio Ahrefs, che è un tool che utilizzo regolarmente per la sola SEO e i piani partono da 99€/mese)
  3. Se utilizzare Semrush fa crescere il tuo sito, migliorando il posizionamento e aumentando le tue entrate, va da se che questo tool non è un costo ma è un investimento.

Il mio consiglio è quello di iniziare con il piano gratuito. Non farti quindi spaventare dai vari banner e popup che ti dicono di provarlo gratuitamente per 7 giorni.

Significa infatti che puoi provare gratuitamente per 7 giorni la versione completa, mentre quella limitata rimane gratis per sempre.

La versione limitata permette di creare un solo progetto, ossia di analizzare e ottimizzare un solo sito web. Anche le ricerche, come ad esempio quelle dell’analisi dei competitor, sono limitate a 10 al giorno.

Se vuoi dare un’occhiata a tutte le potenzialità di Semrush, allora puoi fare la prova di 7 giorni gratuita. Se disdici il piano prima della scadenza della settimana, non ti verrà addebitato alcun costo.

Se le termini, ti basta entrare il giorno dopo per avere nuove ricerche disponibili.

Vediamo come fare.

Creazione dell’account e del nuovo progetto

Per prima cosa, entra su Semrush e clicca il pulsante in alto a destra con scritto “Iscriviti”. Crea adesso un account, inserendo la tua email e una password. Ottimo, sei dentro!

Adesso ti basta andare nel menu a sinistra, cliccare su Progetti > Aggiungi nuovo progetto, inserire il tuo dominio e il nome del sito, come ti mostro nel video qua sotto.

Una volta creato il progetto, ti si aprirà la dashboard per settare i vari strumenti. Prenditi 10 minuti e clicca su setup di ogni box e segui le indicazioni per fare il settaggio.

Quando è tutto settato e collegato, Semrush inizierà a raccogliere i dati di analisi statistica, l’analisi dei competitor, i suggerimenti sulle ottimizzazioni dei testi, il site audit e così via.

Adesso possiamo iniziare a utilizzare tutte le innumerevoli funzionalità di Semrush. Ma quali sono?

Ho deciso in questa sede di passare in rassegna non tutte le funzioni (non basterebbe un libro intero per farlo!) ma quelle più importanti per ottimizzare al meglio il tuo blog e a portarlo al successo.

Let’s start! 🙂

Le funzionalità principali di Semrush

Le funzionalità di Semrush si possono dividere in 4 macro-argomenti principali:

  • SEO
  • Content marketing
  • Advertising
  • Social media.

Puoi imparare a utilizzare tutte le funzionalità grazie ai video tutorial di Semrush, che ti allego nelle descrizioni delle funzionalità così che tu possa sia avere una panoramica sempre sottomano che approfondire tutte le varie feature.

Dal momento che mi occupo di SEO Copywriting, mi soffermerò in modo più specifico su due di queste funzionalità, ossia la SEO e il Content Marketing, che sono le funzioni di Semrush che utilizzo maggiormente.

Ti lascio comunque qualche informazione anche sull’advertising e il social media. Puoi comunque approfondire anche questi argomenti direttamente nella sezione Academy di Semrush.

SEO

Quello che rende grande Semrush è senza dubbio la sua sezione SEO che ti permette di analizzare il tuo sito e quello dei tuoi competitor.

Attraverso il menu a sinistra puoi aprire la tab “SEO” per accedere a tutte le funzionalità SEO, come puoi vedere da questo screen:

semrush SEO

Da questo menù, puoi analizzare ogni aspetto della presenza online dei tuoi competitor: il loro traffico, le strategie di marketing che hanno adottato, in che modo sono posizionati e per quali keyword e così via.

Panoramica dominio e ricerca organica

La ricerca organica è uno strumento che ti consente di trovare tutti i tuoi principali competitor organici, effettuare un’analisi approfondita del loro traffico e di trovare le parole chiave più rilevanti per la tua nicchia.

Ricerca organica semrush

Ti basta inserire un sito web nella barra di ricerca per ottenere tutte le informazioni di quel dominio, come ad esempio:

  • L’authority score
  • il traffico organico
  • il traffico a pagamento
  • i backlink
  • l’andamento del traffico per Paese
  • le principali keyword organiche
  • i competitor principali
  • eccetera eccetera.

Ti metto uno screen qua sotto, così puoi capire esattamente le potenzialità della panoramica dominio.

panoramica dominio semrush

Gap di keyword

gap di keyword

Attraverso la dashboard di ricerca puoi anche fare l’analisi del gap di keyword e di backlink.

Il Gap di Keyword è uno strumento che ti permette di confrontare tra loro fino a 5 domini, compreso il tuo, e analizzare in modo approfondito tutte le keyword.

In questo modo puoi vedere, ad esempio,  per quali keyword si stanno posizionando i tuoi competitor ma che mancano nel tuo blog, oppure le keyword più forti che puoi sfruttare per creare una migliore strategia SEO.

keyword gap semrush

Una volta fatta l’analisi, puoi anche esportare tutti i dati in XLS o CSV.

Backlink

I backlink di qualità sono un elemento importantissimo per costruire una strategia di SEO forte.

Attraverso lo strumento Gap di backlink puoi analizzare quali sono i migliori backlink dei tuoi competitor o quali siti della tua nicchia hanno avuto il maggior numero di backlink negli ultimi 3 mesi, così da andare a intercettare tutte le migliori opportunità per la tua strategia.

analisi backlink

Inoltre, attraverso la funzione di analisi backlink puoi controllare non solo tutti i tuoi backlink ma anche la loro qualità, eliminando ad esempio tutti i domini tossici grazie al disavow di Google.

Sempre rimanendo in tema di backlink, un altro strumento formidabile per la tua link building è il Link Building Tool

https://it.semrush.com/features/link-building/

Ricerca keyword

La ricerca di keyword è un elemento fondamentale di qualsiasi strategia per far crescere un blog e riuscire a monetizzarlo.

Attraverso le funzionalità di ricerca di keyword, puoi ottenere consigli e suggerimenti per le migliori parole chiave, i volumi di ricerca, le keyword correlate, tutte le domande che vengono poste su un determinato argomento oltre che ad analizzare tutte le keyword dei tuoi competitor.

Keyword Magic Tool

kw magic tool semrush

Una delle funzionalità che mi fa letteralmente impazzire è il Keyword Magic Tool.

Di una semplicità disarmante ma estremamente potente. Sicuramente è proprio a questo strumento che devo gran parte del successo dei miei blog.

Attraverso il Keyword Magic Tool ti basta inserire una qualsiasi keyword per ottenere:

  • La difficoltà della keyword, l’indice che mostra quanto sarebbe difficile superare i tuoi competitor nei primi 20 risultati di Google per una determinata keyword
  • I volumi di ricerca, una stima delle ricerche mensili che ti aiuta a valutare il traffico potenziale sui motori di ricerca per ogni keyword
  • La densità competitiva, ossia il livello di concorrenza tra i diversi inserzionisti che puntano su una data keyword per le loro campagne PPC
  • La funzionalità della SERP, ossia se la keyword appare (e su qual dominio appare) su Google ad esempio come snippet, immagine, video, domande frequenti e così via.

keyword magic tool

E se questo non ti sembra già abbastanza, aspetta che arriva il bello.

Una volta inserita la keyword, puoi ottenere tutti i risultati collegati a quella keyword, come ad esempio:

  • Le corrispondenze generiche
  • Le corrispondenze a frase
  • Le corrispondenze esatte
  • Le keyword correlate
  • Le domande che vengono poste sulla keyword che hai cercato.

Puoi inoltre visualizzare nello specifico ogni keyword per ottenere i trend di ricerca, la difficoltà della keyword, il numero di ricerche mensili oltre che ottenere nuove parole chiave, idee per nuovi articoli e long tail keyword.

Spiegarlo però non rende abbastanza l’idea. Per questo ho creato un breve video per mostrarti questa funzionalità nel dettaglio.

➡️ Clicca qua e prova il Keyword Magic Tool

Tracking della posizione

Il tracking della posizione è un altro strumento utilissimo per controllare i risultati di ciò che stai facendo ma anche per tenere sotto controllo i risultati dei tuoi competitor, tracciando ogni variazione nel posizionamento delle tue keyword.

Ti basta infatti inserire il tuo dominio per:

  • Ottenere una panoramica della distribuzione del ranking, ossia visualizzare e confrontare il tuo posizionamento e quello dei tuoi competitor per i primi 3, 10, 20 o 100 risultati di ricerca
  • Controllare quali pagine o articoli di blog hanno più successo per un determinato dominio
  • Monitorare le pagine che hanno iniziato o smesso di posizionarsi per una determinata query
  • Individuare i tuoi competitor
  • Monitorare le prestazioni di un sito in base al luogo o al device utilizzato
  • Scoprire le tue opportunità di apparire nelle SERP di Google con la sezione Snippet in primo piano
  • Vedere grafici dettagliati relativi a visibilità, traffico stimato e posizione media per la keyword selezionata
  • Tracciare il posizionamento di tutte le tue keyword
  • Scoprire i tuoi competitor a livello locale
  • Creare dei report visivi.

➡️ Prova ora il position tracking

Sensore della volatilità della SERP

Sensore della volatilità della SERP

A volte puoi notare un brusco calo del tuo posizionamento o –al contrario– un improvviso salto verso l’alto.

Questo può dipendere da diversi fattori, come ad esempio la presenza di backlink tossici, un restyling del tuo sito oppure da altre cause esterne al tuo sito, come ad esempio le variazioni nell’algoritmo di ranking.

Il Sensore della volatilità della SERP verifica proprio questi cambiamenti e ti tiene aggiornato su tutti gli aggiornamenti dell’algoritmo di Google, mostrandoti quali domini sono stati maggiormente influenzati dagli aggiornamenti.

In questo modo per te sarà più facile trovare i competitor che puoi superare più facilmente.

On Page SEO Checker

On Page SEO Checker

Un’altra funzionalità che utilizzo tantissimo per l’analisi SEO dei miei blog è l’On Page SEO Checker.

Questo strumento ti permette di fare un’analisi di tutte le tue pagine e dei i tuoi articoli e li confronta con quelli dei tuoi competitor organici, che si posizionano per le stesse keyword.

Il risultato sarà una serie di informazioni e suggerimenti per ottimizzare ulteriormente gli articoli del tuo blog, sia per quanto riguarda i contenuti che le ottimizzazioni SEO, in modo da riuscire a scalare la SERP di Google.

Più nello specifico, attraverso l’On Page SEO Checker puoi ottenere:

  • Idee sulle strategie: il checker analizza le pagine del tuo sito e ti suggerisce in che modo ottimizzarle per determinate keyword
  • Idee sui backlink, individuando i siti web che potrebbero aiutare il tuo posizionamento
  • Idee su tecniche SEO. Il checker analizza il tuo sito e ti segnala tutti gli errori tecnici, suggerendoti in che modo correggerli
  • Idee semantiche e sui contenuti. Il checker analizza i tuoi contenuti confrontandoli con quelli dei tuoi competitor meglio posizionati e ti offre suggerimenti per ottimizzare i tuoi articoli, con parole e argomenti per arricchire i tuoi contenuti, renderli più informativi e rispondere in modo più accurato all’intento di ricerca degli utenti
  • Idee sull’esperienza dell’utente, analizzando i dati di Google Analytics e suggerendoti come migliorare la UX
  • Idee per le funzionalità della SERP. Il checker analizza i primi risultati di ricerca su Google e ti suggerisce come ottimizzare i tuoi testi per riuscire ad attivare le funzionalità della SERP.

Queste qua sotto, ad esempio, sono i suggerimenti di ottimizzazione che Semrush mi dà sull’articolo sul SEO Copywriting.

on page seo checker semrush

Ottimizzando l’articolo seguendo queste indicazioni (come ho già fatto per molti degli altri miei articoli), migliorerà sicuramente la sua posizione nei risultati di ricerca di Google.

Site Audit

site audit semrush

Parliamo sempre di quanto siano importanti la ricerca di keyword, i contenuti ben scritti ed efficaci, ottimizzati e che rispondano al search intent.

Ma c’è un altro aspetto da non sottovalutare per posizionarsi bene sui motori di ricerca, ossia quella che viene definita SEO tecnica.

La SEO Tecnica (o Technical SEO) è quella che concerne tutto ciò che riguarda la parte –appunto– tecnica del tuo sito, come l’architettura, il crawling o l’indexing.

Alcuni degli elementi da ottimizzare quando si parla di SEO tecnica sono ad esempio:

Anche per questo tipo di SEO, Semrush ci è di grande aiuto, segnalando tutti i problemi che il tuo sito presenta e spiegandoti in modo semplice e dettagliato non solo come risolverli ma anche perché dovresti farlo.

Content marketing

Abbiamo visto finora tutte le principali funzionalità di Semrush per l’ottimizzazione della SEO.

Ma la SEO non è tutto. Quello che conta alla fine dei giochi sono i contenuti.

Content is King. Engagement is Queen (and she rules the house)

Semrush offre degli strumenti potentissimi per ottimizzare i contenuti.

Gli stessi strumenti che mi hanno permesso di avere il 41,9% delle mie keyword totali nelle prime tre posizioni e il 45,7% nelle prime 10, con appena 105 keyword.

Distribuzione del ranking semrushposizione media semrush

Ciò significa che sono posizionata in prima pagina di Google con l’87% delle keyword per le quali voglio posizionarmi.

E tutto questo in soli 8 mesi (sì, questo blog è ancora molto giovane 😄).

Il mio traffico sta quindi aumentando progressivamente di mese in mese, superando ogni volta il mese precedente, scrivendo appena un paio di articoli al mese (e spero di riuscire presto a scrivere di più).

traffico

Questi risultati sono stati possibili soprattutto grazie all’utilizzo degli strumenti SEO e Content Marketing di Semrush.

I miei obiettivi per il 2021 sono quindi quelli di aumentare il numero degli articoli ma soprattutto l’ottimizzazione di quelli esistenti, così da fare almeno raddoppiare il traffico di mese in mese.

Torna qua il 31 dicembre 2021 per controllare se ho raggiunto il mio obiettivo 😁

Ma torniamo a noi.

Quali sono questi strumenti così incredibili/mitici/magici/wow di Content Marketing? Ovviamente sono diversi ma quelli sui quale vale la pena soffermarsi sono il:

  • Topic Research
  • SEO Content Template
  • SEO Writing Assistant.

Oltre a questi, vedremo anche come funzionano il Brand Monitoring, il Post Tracking e il Content Audit, strumenti comunque altrettanto importanti.

Vuoi lanciare un blog e monetizzarlo?

Leggi allora la mia guida su come creare un blog da zero e portarlo al successo

Topic research

Il Topic Research è uno strumento utilissimo per la ricerca di keyword.

Ti basta infatti inserire un topic principale per ottenere centinaia di suggerimenti sulle parole chiave, come ad esempio:

  • gli argomenti trend
  • Le headline più efficaci
  • Le domande più poste dagli utenti su Google su quell’argomento
  • Le keyword locali
  • I temi correlati con le relative keyword.

semrush topic research schede-min

Puoi anche pianificare i contenuti su Semrush oppure inviare tutte le task a Trello in modo da avere un piano editoriale già pronto all’uso (se ne preferisci uno su Excel, puoi scaricarti il mio da qua).

semrush topic research dettaglio

E se anche tu, come me, ami le mappe mentali, puoi organizzare i risultati anche graficamente, in modo da avere una panoramica ancora più completa e ordinata con un solo sguardo.

Semrush topic research mappa mentale-min

SEO Content Template e SEO Writing Assistant

Un’altra perla assoluta di Semrush è il SEO Content Template che ti aiuta a scrivere il contenuto per il tuo blog in chiave SEO a partire dalla sola keyword.

key raccomandation

Dopo aver inserito una o più parole chiave, infatti, Semrush analizzerà i primi 10 risultati di ricerca si Google e genererà automaticamente un modello con tutti i suggerimenti per riuscire a posizionarti nella top di Google, come ad esempio:

  • la lunghezza consigliata del contenuto
  • il punteggio di leggibilità che dovresti ottenere
  • le keyword correlate semanticamente da includere
  • i backlink che dovresti ottenere
  • … e così via.

Una delle funzionalità di Semrush che ha fatto davvero la differenza nel mio lavoro è senza dubbio il SEO Writing Assistant, un editor di testo offerto da Semrush che ti permette di analizzare il tuo contenuto proprio in fase di scrittura.

seo writing assistent

Mentre stai scrivendo, il SEO Writing Assistant ti aiuta a:

  • tenere sotto controllo il punteggio secondo le metriche di SEO, Leggibilità, Originalità e Tone of Voice
  • monitorare l’utilizzo delle keyword nel testo
  • ti suggerisce automaticamente tutte le keyword correlate e secondarie che devi usare nell’articolo per fare in modo che si posizioni meglio.

I risultati di questo tool? Una bomba!

Tutti i blog, sia miei che dei miei clienti, che ho sviluppato e ottimizzato con SEMRush hanno avuto un forte aumento di traffico.

Puoi inoltre scaricare SEO Writing Assistant, l’addon di Semrush per Google Docs e ottenere il box di ottimizzazione SEO direttamente su Drive, utilissimo se scrivi su commissione per altri blog e non hai l’accesso al CMS.

semrush seo wrtiting assistant

Brand Monitoring

semrush brand monitoring

Il Brand Monitoring è uno strumento che ti permette di monitorare le menzioni del tuo brand online ma anche di tenere sotto controllo gli argomenti che più ti interessano.

Attraverso il Brand Monitoring puoi:

  • Misurare la tua reach stimata
  • Ottenere backlink
  • Identificare chi ti menziona e in che modo
  • Analizzare il sentimento che genera la menzione.

Un’ottima funzione, quindi, per sviluppare il tuo personal branding e la tua strategia di PR.

Post Tracking

semrush post tracking

Il Post Tracking è una risorsa fantastica per controllare l’andamento dei guest post che hai scritto per altri blog.

Attraverso questa funzionalità puoi tracciare le metriche di 50 guest post. Ti basta inserire l’URL dell’articolo e puoi ottenere:

  • Il numero di condivisioni sui social
  • Il numero di backlink
  • La copertura stimata, ossia il numero di persone che ha visualizzato l’articolo
  • Il traffico referral, ossia quanto traffico quell’articolo sta portando al tuo blog.

In questo modo puoi individuare quali dei tuoi guest post stanno ottenendo le prestazioni migliori e ottimizzare ulteriormente la tua strategia di guest posting.

Content audit

semrush content audit

Il Content Audit ti permette di monitorare in live-time l’andamento di tutti i tuoi articoli e ti offre suggerimenti preziosi per l’ottimizzazione, come ad esempio:

  • Riscrivi o rimuovi: sono gli articoli pubblicati da oltre 24 mesi che di recente hanno ricevuto poche visualizzazioni
  • Aggiorna: qua vengono segnalati gli articoli che potrebbero rankare meglio se vengono aggiornati
  • Revisione rapida: articoli e pagine relativamente nuove che possono essere ottimizzate per posizionarsi ancora meglio
  • Contenuto scadente: individua gli articoli che non stanno ottenendo risultati e che vanno eliminati o aggregati ad altri articoli simili che rankano meglio.

Advertising

Semrush ti permette anche di organizzare, pubblicare e monitorare l’andamento della tua pubblicità.

Siccome non utilizzo spesso questa funzione e non voglio darti informazioni incomplete o fuorvianti, se vuoi approfondire le funzionalità di advertising, ti consiglio di guardare il video che ho messo qua sopra e di leggere direttamente le linee guide di Semrush:

Social media

Le funzionalità di Social Media ti permettono di creare, pubblicare e controllare l’andamento di tutti i contenuti dei tuoi social, oltre a tracciare l’andamento dei social dei tuoi competitor.

I social che puoi connettere al Social Media Toolkit sono:

  • Facebook
  • Twitter
  • Instagram
  • YouTube
  • LinkedIn
  • Pinterest.

Nel video tutorial che trovi qua sopra, puoi vedere esattamente come funziona questo strumento e come puoi utilizzarlo per tenere i tuoi social sempre al top.

Corsi di formazione (gratuiti) di Semrush

Risorse semrush

Abbiamo visto finora le funzionalità principali di Semrush per scrivere articoli e ottimizzarli in chiave SEO.

Ma questo tool non si ferma qua perché mette a disposizione anche tantissimi contenuti formativi.

Se vuoi ottenere quindi una formazione completa e soprattutto gratuita sulla SEO, il content marketing e sull’utilizzo di Semrush, hai solo l’imbarazzo della scelta.

Vediamo quali risorse mette a disposizione.

Blog

Per prima cosa, c’è da sottolineare il blog. Completo, esaustivo, scritto benissimo e in modo molto semplice. Probailmente il blog di Semrush è stata la mia prima risorsa per la mia formazione nel campo del SEO Copywriting.

Qualsiasi cosa tu stia cercando riguardo a SEO, Content Marketing, Social Media, Ecommerce, casi studio e digital marketing, stai pur sicuro che trovi la risposta sul loro blog.

Academy e certificazioni

semrush academy

La seconda risorsa che ti suggerisco è l’Academy che offre corsi gratuiti di digital marketing e in particolare su SEO, content marketing, PPC, SMM e Competitive Research.

Al termine del corso puoi ricevere un attestato che puoi anche inserire nella sezione Licenze e certificazioni di LinkedIn e che sarà un ottimo biglietto di presentazione per tutti i tuoi potenziali clienti.

Io al momento ho ottenuto solo la certificazione di Technical SEO ma spero di riuscire a trovare un po’ di tempo per ottenere nuove certificazioni.

Licenze e certificazioni Linkedin

L’unica pecca: i corsi di Semrush non sono in italiano. La cosa positiva però è che per tutti i corsi puoi mettere i sottotitoli in italiano e puoi seguirli quindi con estrema facilità.

Ebook

semrush ebook

Semrush ha anche una sezione dove mette a disposizione per il download numerosi ebook in PDF su moltissimi temi diversi.

Gli ebook sono scritti in molte lingue diverse, tra cui anche l’italiano.

I miei preferiti sono:

Webinar

semrush webinar

Semrush ha anche una ricca varietà di webinar gratuiti su tantissimi argomenti di digital marketing.

Puoi prenotarti agli webinar futuri oppure riguardare tutti quelli passati. Inoltre, puoi seguire gli webinar in italiano, inglese, spagnolo, francese, tedesco, portoghese ma anche in altre lingue, come il turco e il polacco.

Podcast

podcast

Se ami i podcast, allora puoi seguire Marketing Scoop, il programma podcast di Semrush.

Puoi ascoltarlo anche direttamente da qua:

Piani e prezzi di Semrush

Ok, tutto bello questo Semrush, niente da dire.

Ma passiamo alle cose concrete: quanto costa Semrush?

Semrush prevede un piano gratuito tre piani a pagamento.

Il piano gratuito è limitato. Questo significa che puoi inserire un solo progetto e fare non più 10 ricerche al giorno. Se hai solo un blog e non devi lavorare costantemente ogni giorno su Semrush come faccio io, il piano gratuito è più che sufficiente.

Se vuoi però avere un assaggio di tutte le funzionalità, puoi fare la prova gratuita di 7 giorni che toglie per una settimana tutti i limiti di utilizzo. Se disdici il piano prima dei 7 giorni, non ti verrà addebitato nessun importo.

>> ACCEDI SUBITO CON IL PIANO GRATUITO

Se invece vuoi investire davvero sul tuo blog, allora ti consiglio di puntare su uno dei tre piani a pagamento:

piani e prezzi semrush

Come scegliere il piano più giusto? Molto semplice:

  • Se gestisci fino a tre siti web, allora ti consiglio il piano Pro
  • Se lavori con molti clienti, allora punta al piano Guru. Puoi comunque ricaricare il costo sui tuoi clienti
  • Se sei un’agenzia di SEO e Content Marketing, allora non puoi fare a meno del piano Business.

Una volta scelto il piano, puoi comunque fare l’upgrade o il downgrade in qualsiasi momento, così come puoi anche annullare la tua sottoscrizione.

Semrush offre anche la garanzia Soddisfatti o Rimborsati. Se per qualsiasi motivo non vuoi più utilizzare Semrush, ti basta chiedere di annullare l’acquisto entro 7 giorni e otterrai un rimborso completo del 100%.

>> CREA UN ACCOUNT GRATUITO SU SEMRUSH

Semrush: riflessioni finali

Se sei arrivato in fondo a questa guida, innanzitutto ti ringrazio: significa molto per me.

Spero che dopo la lettura di questo articolo, adesso ti sia chiaro perché amo così tanto questo strumento SEO. E spero che il suo utilizzo possa fare la differenza per te, proprio come l’ha fatta per me.

Adesso non ti resta che creare un account gratuito e iniziare a divertirti con Semrush.

Crea il tuo primo progetto, collega il tuo sito, i tuoi social e Google Analytics e sei davvero pronto per iniziare a testare, ottimizzare, testare di nuovo e –ancora più importante– far volare il tuo blog sulla cima della classifica di Google.

E se hai altre domande, suggerimenti, vuoi farmi un complimento o mandarmi solo un saluto, mi fa tantissimo piacere 🥰 Scrivimi pure nei commenti qua sotto!

Buon blogging!

firma

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on pinterest
Share on twitter
Share on linkedin

ENTRA NELLA COMMUNITY GRATUITA

Entra a far parte del nostro gruppo esclusivo di blogger e web writer. Ogni giorno troverai consigli, tips e strategie per creare un blog di successo e vivere una vita basata sulla scrittura online

Leggi anche questi articoli

2 commenti su “Semrush: cos’è e come utilizzarlo per far raggiungere al tuo sito la vetta di Google”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vuoi creare un blog di successo?

Accedi subito e ricevi il corso GRATUITO che ho preparato per te.
Imparerai a creare un blog da zero e monetizzarlo in 7 giorni.